Come vincere le aste di eBay

Una serie di consigli veloci per vincere le aste di eBay sono:

1) controllate sempre il feedback del venditore; il feedback del venditore è la garanzia maggiore della bontà dell’oggetto. I truffatori sanno descrivere meglio i loro pacchi!

2) preferite aste con PayPal, è il metodo sicuro per pagare. Altri metodi sono da valutare attentamente, da evitare assolutamente ricariche su carte prepagate. Le cronache sono piene di truffe con al centro ricariche su PostePay. Come ho scritto precedentemente anche con PayPal ci possono essere problemi, figuratevi con metodi preferiti dai truffatori.

3) effettuate un’offerta solamente negli ultimi secondi dell’asta e offrite il massimo che siete disposti a pagare, senza rimpianti. Infatti bisogna utilizzare la funzione “tieni d’occhio” e poi fare offerte solo negli ultimi secondi. Se effettuate un’offerta appena individuate l’oggetto che volete, non farete altro che scatenare la febbre al rialzo delle aste. Infatti se fate subito l’offerta più alta, darete modo a gli altri offerenti di scatenarsi nel rilancio fino ad offrire 1 euro in più della vostra offerta. Facendo offerte all’ultimo secondo eviterete tutto questo.

Un modo molto semplice per effettuare aste all’ultimo secondo, senza impazzire con cronometri, orologi ed eventuali fusi orari, è quello di utilizzare eBay Desktop. Questa è un’applicazione ( per il momento solo in inglese) da installare sul proprio computer e permette di utilizzare il proprio account eBay senza l’utilizzo del browser. Ma la funzione utile è quella che si vede visualizzando i dettagli di un oggetto, infatti tra le diverse opzioni visualizzate c’è un comodo countdown, che indica giorni,ore,minuti e secondi allo scadere dell’asta per l’oggetto. Cosa si può desiderare di più?

Per mettere in pratica queste regole il sito di eBay Italia è qui.

Suggerimenti tradotti ed adattati da qui.

Ricordo ancora una volta di evitare le aste al ribasso, che di aste hanno solo il nome, per maggiori informazioni sul perché evitarle leggete qui.