Nike Free Flyknit 4.0 recensione

wpid-img_20150413_194502.jpg

Punti salienti

  • taglia provata 44,5
  • peso 230 g per scarpa

Passando ieri dalla Nike dell’Outlet di Valmontone non ho resistito all’offerta in corso, delle Nike Free Flyknit 4.0 a ben 49 euro, contro i 130 euro del prezzo normale. Si tratta del modello dell’anno scorso, visto che sono appena uscite il nuovo modello, ma a chi importa? In molti la considerano la migliore scarpa Nike. Anche io ho avuto modo di provare le Nike free 5.0 ma non mi sono piaciute per niente: troppo strette in punta nonostante avessi provato il numero 46 contro il mio abituale 44,5. Le 4.0 invece sono diverse, la punta è bella ampia, permette un buon movimento delle dita, indossate senza calzini, la scarpa stessa  è come se fosse un calzino, anche se la sento un po’ stretta sul collo del piede. Il peso misurato è di 230g nella taglia 44,5 40 g in più delle mie Mizuno Levitas. La suola è alta 20 mm al tallone e 14 mm in punta, con un differenziale di 6 mm, che non sembra essere così evidente. Solo che la combinazione tra altezza e il tipo di tomaia ne fanno una scarpa per percorsi lisci, gli sterrati che di solito faccio, nei punti più dissestati mi è sembrato che la scarpa tendi a sfuggire da sotto il piede e quindi prendere una bella storta. L’ammortizzazione è veramente eccezionale ma e la parte che non ne fà una scarpa minimal, il terreno è totalmente schermato, non si avverte nulla, la flessibilità invece è ottima.

La tomaia mi ha dato qualche problema:

wpid-img_20150414_075011.jpg

Questo è il risultato dopo un giro di 10 km, con le scarpe indossate senza calzino. Di solito giro con le FiveFinger a piede nudo sugli stessi percorsi senza problemi. Con queste invece i problemi sono evidenti. La tomaia sarà pure stata pensata per indossarle “sock-less” ma un po’ di sfregamento lo causano.