Il patto col diavolo: Mussolini e Papa Pio XI le relazioni segrete fra il Vaticano e l’Italia fascista

Un poderoso lavoro di ricerca in diversi archivi storici, ma che non annoia. Riesce a coinvolgere e far luce sui rapporti fa Vaticano e Fascismo, che molti preferirebbero nascondere, a giudicare dalla storia di Pio XI e Pio XII, che conoscevo. Da questo libro si può capire qual’è stato l’aiuto reciproco che si diedero il Vaticano e il Fascismo. Il Fascismo sarebbe durato tanto senza l’appoggio del Vaticano? È il Vaticano sarebbe riuscita ad imporre il concordato senza il Fascismo?

Il lavoro di ricerca di David Kertzer è stato possibile grazie all’apertura degli archivi segreti del Vaticano nel 2006, voluta da Giovanni Paolo II. Il libro è incentrato sul rapporto tra Mussolini e Pio XI (al secolo Achille Ratti). Pio XI era un montanaro testardo, sicuramente antidemocratico e contrario a qualsiasi progresso, ossessionato dal comunismo. Mussolini da rivoluzionario socialista anti-clericale si trasformò in un baciapile (di facciata) per convenienza.

Una breve timeline degli eventi:

+ Expand All

1922

Achille Ambrogio Damiano Ratti diventa Papa Pio XI
Marcia su Roma

1923

Mussolini incontra il segretario di Stato Vaticano Gasparri

1924

Viene ucciso Giacomo Matteotti

1929

Firma dei patti lateranensi

1931

I primi screzi

1933

Arriva Hitler

1938

Le leggi razziali

1939

Pio XI muore

1945

Mussolini viene giustiziato