Esperienze con Apple TV 3

Con l’arrivo di Netflix in Italia, ho deciso di iniziare il mese di prova gratuito. Siccome mia moglie ed io stiamo seguendo alcune serie ho confermato l’abbonamento. Nel periodo di prova per vedere i programmi abbiamo utilizzato un Kindle Fire HD collegato alla tv via HDMI, senza nessun problema. Ma è una soluzione un po’ scomoda, abituati al telecomando doversi alzare ogni volta per fermare o cambiare la riproduzione è difficile. Per cui ho deciso di prendere qualche dispositivo che avesse Netflix, il più semplice e affidabile possibile. Grazie all’uscita dell’Apple TV 4, la versione precedente è diventata molto abbordabile, Netflix è già installato, per cui mi sono detto perché no.

Lo ordinato sullo store on-line della Apple, consegna rapidissima.

Lo porto a casa, monto tutto prendo il telecomando e prima brutta sorpresa il telecomando non è in grado di effettuare nessuna regolazione della TV, neanche la voce, cosa che qualsiasi telecomando di plastica Made in China sa fare su  tutti i televisori attuali e del futuro. Certo il telecomando Apple è di alluminio, stiloso, ma resta quello un pezzo di alluminio. Sembra che per avere questa semplice funzione bisogna comprare l’Apple TV 4 è attivare la funzione di apprendimento del telecomando. Mentre per funzioni ancora più avanzate, tipo il cambio canale o l’accensione/spegnimento, bisognerà  attendere la versione 6/7 almeno, oppure cambiare TV e prenderne una con la funzione HDMI-CEC (controllo attraverso il cavo HDMI). Certo esiste anche la funzione di apprendimento dell’Apple TV per un telecomando di terze parti, ma quanti hanno un telecomando con 6 tasti inutilizzati da riciclare; significa comunque dover comprare un telecomando universale.

Accendo il dispositivo, l’interfaccia è semplice, vado subito a configurare il WI-FI poi accedo a Netflix. La riproduzione è sicuramente migliore rispetto a quella del Kindle Fire HD, anche se ci mette di più a partire. Infatti la riproduzione dell’app sul Kindle inizia immediatamente, anche se con una qualità più scarsa (“pixellata”), per migliorare in seguito man mano che i dati vengono bufferizzati. Mentre l’app sull’Apple TV parte sempre con la qualità massima. E qui arrivano i problemi. Dopo 6/7 minuti di riproduzione senza problemi il video si ferma. Rimane l’icona rotante di attesa per alcuni minuti per poi dare il messaggio “Netflix non è disponibile”, da quel punto in poi non funziona niente più. Qualsiasi cosa si tenta di fare il dispositivo è come se non vedesse più la rete, non funziona ne YouTube ne Vimeo, niente. L’unica cosa da fare per far ripartire il normale funzionamento è il riavvio del dispositivo, non il semplice spegni/accendi, ma proprio il reset totale. Ho provato con un altro dispositivo WI-FI (a propostio l’Apple TV memorizza una sola rete WI-FI ) ma niente, ho anche alla fine steso un cavo ethernet in mezzo alla stanza, collegandolo così direttamente al router, ma niente il comportamento è sempre stato quello.

L’ultima prova che ho fatto è stata tentare di ascoltare un semplice podcast audio, ma niente stesso problema.

Ho staccato tutto, l’ho riposto nella scatola e rispedito indietro. Ieri mi è stato comunicato che nei prossimi giorni riceverò il rimborso totale.

Fine dell’esperimento Apple TV, inizia la ricerca di qualcosa che funzioni davvero.

16-12-2015 Aggiornamento

Lunedì è arrivato il rimborso totale senza problemi. Quindi questa parte è chiusa. Però un amico mi ha prestato un Apple TV 2. Con firmware 5.3 Jailbreak. Con questa versione del software Netflix funziona senza problemi. Funziona allo stesso modo della versione Kindle, se c’è un calo di banda si può osservare una diminuzione della qualità del filmato.