Categoria: Di tutto

Ecco altri simpatici truffatori che pretendono di essere pagati sul conto bitcoin  19USnpS2HRnRMs63vNBN2cHQ7bmsvHdzQ1, perché pretendono di aver registrato le mie utenze durante attività a luci rosse.

Sono solo dei piccoli truffatori.

Aggiornamento, un nuovo truffatore:

139XY4ZjWYqHMJvGCySuzXq7o6tGccKKrJ

Ricordate di non fare nessuna transazione con i conti idicati.

Manca il download automatico dei dizionari. Sul touch se tenti di avere la definizione di una parola, in una lingua per cui non c’è il dizionario, il Kindle ti domanda se lo vuoi scaricare. Senza dover andare ne i miei contenuti e inviarlo.
La comoda gesture per passare velocemente da un capitolo all’altro. Lo so c’è la nuova navigazione, ma devi far uscire il menù, scegliere il tipo di navigazione, navigare i capitoli; contro una strisciata verticale del dito.
La mezza cosa: il sensore automatico della luminosità è un po’ pigro e non sempre ci azzecca.

Consider this pseudocode:

/*
	TData tabele of data to elaborate
*/
ConcurrentQueue<Exception> exceptions = new ConcurrentQueue<Exception>();
Parallel.ForEach(TData.AsEnumerable (),row =>
            {
                try
                {                    
                    using (WorItem p = new WorkItem(row,connectionstring))
                    {                        
                        p.DoWork();                        
                    }
                }
                catch (Exception ex)
                {                    
                    exceptions.Enqueue(ex);
                }
            });

Inside class WorkItem.DoWork, there are some database read with custom tableadapter and one finally write of results to db. The code inside DoWork code unexpectedly fail with error “Timeout expired” or “Failed to activate rows constraints…”. The failure is random. TData table contains about 50k rows. The code is executed on machin with 48 processors, connection pool contains between 20-30 concurrent pooled connection. The failure do not depends on the row, it’s totally random. If for some row i get some strange error, i the program run for that single row, no error is generated. So what to do to correct this error?

Solution 1:  disable connection pool. The problem is solved, but performance are very poor. Run time goes from 2 minutes and 30 seconds, to 16 minutes. Not good.

Solution 2: connection pool for every WorkItem object. In Ado.Net connection pool depends on connection string, so if you modify every connection for every object, connection pool is for object scope. But how modify the connection string on object basis. In connectionstring options there is App option. This option have no pratical effect, the only purpose of this option is that if you enlist the connection on the db server with sp_who, this name is shown as property of the connection. So if you modify the connection with some connectionstring=connectionstring+”App=”+hash(row), the connection pool occurs on per object basis. The drawback of this solution, is that in the destructor of the WorkItem objec (either with Finalize or Dispose) the connection pool must be cleared, with the simple call: SqlConnection.ClearPool(conn);. With this solution the excution time is more or less the same with unique connection pool. Connection pool size grows to 60-70 concurrent pooled connection.

Udate 3-5-2017

Solution 2 is not sufficient, in some heavvy load hour, the connection problem still is there. Be best solution is to open a single connection for every object, open the connection at the first use, en close the connection at Dispose of the WorkItem instance.

“Il principio olografico cui ho accennato nel capitolo 6 suggerisce che il nostro Universo contenga al più 10124 bit di informazione, cioè una media di circa 10 terabyte per ogni porzione di volume in grado di accogliere un atomo.”
Inizia a leggere questo libro gratuitamente: http://amzn.to/2eGo1uG

Con l’introduzione di Android Marshmallow, Google ha introdotto il concetto di Adoptable storage, che permette di utilizzare una scheda SD come parte della memoria interna del telefono. La SD deve essere la più veloce supportata dal telefono, per non avere un degrado delle prestazioni. La SD può essere dedicata in parte o del tutto a questa funzionalità.
Sui telefoni Honor con la EMUI 4.0, è stata introdotta questa funzionalità, ma non è attivabile, come su altri prodotti, in maniera diretta dall’interfaccia. Bisogna smanettare un po’.

Prima di cominciare bisogna dotarsi di:
1. una SD almeno classe 10;
2. un PC con una presa USB;
3. un cavetto USB-micro USB;
4. Hi-Suite installato sul computer;

5. Minimal ADB and fastboot;

6. Abilitare la modalità sviluppatore sul telefono e abilitare il Debug USB;

Una volta che tutto è pronto:

  1. connettere il telefono al PC
  2. si aprirà la Hi-Suite o apritela voi;
  3. a questo punto verrà chiesto di autorizzare la connessione al telefono della suite; compare una richiesta di autorizzazione sul telefono, date l’autorizzazione permanente; a questo punto chiudete Hi-Suite
  4. andate nella cartella di ADB and Fastboot e lanciate il comando adb shell;
  5. nella shell di comandi che compare digitare il comando: sm list-disks
  6. uscirà qualcosa del tipo disk:179:128
  7. a questo punto date il comando sm partition disk:179:128 private dove 179:128 dovrà essere il risultato del comando precedente; con questo comando tutta la sd sarà usata come memoria adoptable; dando il comando sm partition disk:179:128 mixed 50 sarà utilizzata solo metà SD;
  8. dare il comando sm list-volumes all se tra le righe stampate ci sono anche le righe  emulated:179:130 mounted null e private:179:130 mounted b6a58e7f-1dbf-4db5-95ab-19bf365e1a55 è andato tutto ok;
  9. andate sul telefono impostazioni->impostazioni avanzate->memoria->sd card-> tasto menù scegliere migra i dati;
  10. riavviare il telefono;

Tutto qui.

Ci sono però delle cose da sapere: la EMUI continuerà a mostrare 0 come spazio disponibile sulla memoria interna e sulla SD; alcune app, dopo l’installazione non si avvieranno subito, bisogna prima riavviare il telefono;

Su Windows 10 il browser di default è il nuovo Microsoft Edge, e il motore di ricerca predefinito in Edge è Bing. Se cercate di impostare un nuovo motore di ricerca, andando in Impostazioni->Visualizza impostazioni avanzate, poi cercate l’opzione “Ricerca nella barra degli indirizzi con” aprendo il menù compare l’opzione aggiungi nuovo. Selezionandolo compare una lista striminzita dove c’è solo twitter.com e it.wikipedia.org. Questo perché per comparire in questa lista Microsoft richiede che i motori di ricerca pubblichino nelle loro pagine delle opzioni particolari secondo le specifiche OpenSearch. Ad oggi Google non lo ha fatto. Ma ci ha pensato per tutti lo sviluppatore Sandeep Bansal che ha messo su un sito aposito.  Il processo è molto semplice bisogna andare sul sito https://orthodox.io/edge scegliere il proprio paese tra le opzioni disponibili, poi si torna nelle impostazioni e la lista conterrà la maggior parte dei search engine: scegliete il vostro preferito.

I have readed this book after Max Tegmark Our mathematical universe. This book goes more inside the concept behind parallel universes. The more though concept are from string theory. This book show how parallel universes come naturally from modern theory and not from sci-fi series, it’s a natural consequence. You cannot accept modern theory without accept parallel universes.

Max Tegmark riassume le domande più frequenti che gli vengono poste durante le conferenze aperte al pubblico:

1. Com’è possibile che lo spazio non sia infinito? 2. Come è stato possibile creare uno spazio infinito in un tempo finito?

3. Dentro cosa si sta espandendo il nostro Universo?

4. In che punto dello spazio si è verificata l’esplosione del nostro Big Bang?

5. Il nostro Big Bang è avvenuto in un punto ben preciso?

6. Se il nostro Universo ha solo 14 miliardi di anni, com’è possibile vedere oggetti che distano 30 miliardi di anni-luce?

7. Le galassie che si allontanano più veloci della luce non violano la teoria della relatività?

8. Le galassie si stanno davvero allontanando da noi o è solo lo spazio che si sta espandendo?

9. La Via Lattea si sta espandendo? 10. Abbiamo le prove dell’esistenza di una singolarità da associare a un Big Bang?

11. La creazione della materia che ci circonda ad opera dell’inflazione, a partire da quasi nulla, non viola la conservazione dell’energia?

12. Che cosa ha provocato il nostro Big Bang?

13. Che cosa c’era prima del nostro Big Bang?

14. Quale sarà il destino finale del nostro Universo?

15. Che cosa sono la materia oscura e l’energia oscura?

16. Siamo insignificanti?