Ok, lo ammetto subito, mi sono fatto contagiare dalla pubblicità. Ma invece di divagare passiamo subito al test. Facciamo subito come fa un noto sito di pubblicità di telefoni (http://www.telefonino.net/), partiamo dalla scatola. Primo brutto esempio di inscatolamento, che per una casa del nord Europa mi sembra pessimo. Infatti a differenza della scatola del Motorola W220 che ho dovuto comprare, questa scatola contiene un sacco di elementi di plastica; infatti quella del W220 è fatta allo stesso modo, ma è totalmente in cartone, quindi riciclabile in un colpo solo. Quindi primo neo.

Appena aperto è avviato è venuto a galla il primo difetto del telefono, che poi ho scoperto è il problema di questo telefono: una volta chiuso, alcuni dei tasti toccano contro il display e a lungo andare lo rigano. Ovviamente la Nokia, che ci tiene ai clienti, non ha fatto assolutamente nulla per risolvere il problema, si limita a sostiuire il la parte interna del display ai clienti più rompicoglioni che ne fanno richiesta, ma ovviamente si guarda bene dall’effettuare un’operazione di richiamo, come sarebbe giusto. Perché lo uso? Al momento mi serviva un modem UMTS, e per questa funzione il cellulare si comporta bene. Anche come lettore di mp3 non è male. Le foto? Ovviamente di qualità modesta, come su tutti i telefoni attuali, ovviamente. Mi sembra superfluo dire che per fare delle buone foto c’è bisogno di un buon obbiettivo, e i telefoni in circolazione non ne sono dotati.

Il browser interno del telefono, funziona abbastanza bene ed è abbastanza agevole per leggere blog e siti informativi. Ma ad un mese dall’acquisto, mentre tentavo di fare una ricerca con Google, il telefono è andato in ricerca rete e non ha più dato segni di vita. Portato in assistenza, dopo un mese di attesa, mi è stato riconsegnato dicendomi che c’era  la saldatura dell’antenna difettosa. Per inciso il Motorola W220 è stato comprato come rimpiazzo per questo mese.

Alla fine? Il rapporto prezzo/qualità va decisamente a favore del Motorola.